Certificato di Nascita

Che cos'è il Certificato di Nascita?

Al momento della nascita di un bambino, ci sono alcuni obblighi burocratici da compiere affinché il bambino venga riconosciuto come cittadino italiano a tutti gli effetti. La sola esistenza fisica, infatti, non basta per beneficiare di tutti i diritti che spettano ad una persona.

Il certificato di nascita è il documento che indica il luogo, l’anno, il mese, il giorno, l’ora di nascita, il sesso del bambino e il nome che gli viene dato. Contiene, inoltre, la cittadinanza e la residenza dei genitori, se conosciuti. Viene creato a partire dai dati contenuti in un atto di nascita, rilasciato dal personale medico che ha assistito al parto.
La dichiarazione di nascita deve essere effettuata entro dieci giorni dalla nascita, presso il Comune dove è avvenuto il parto. Da quel momento, la dichiarazione produce i suoi effetti e viene trascritta nel registro dello Stato Civile per divenire un certificato.

Il certificato di nascita, insieme alla dichiarazione di nascita, al codice fiscale e alla tessera sanitaria è indispensabile per essere riconosciuto e identificato dallo Stato italiano, e per godere di tutti i diritti e servizi necessari, come quello sanitario e scolastico. In aggiunta, serve anche per ottenere diritti che non concernono il bambino direttamente, ma altre persone. Ad esempio, la madre, attraverso il certificato di nascita, potrà ottenere il congedo obbligatorio di maternità.

Si tratta di un documento che seguirà la vita dell’individuo. In esso verranno effettuate le annotazioni necessarie ad identificarlo, oltre che eventuale matrimonio e figli, la presenza di tutori e infine la morte.

Come e dove si può ottenere il certificato di nascita?

Il documento è disponibile per il rilascio, dopo almeno un mese dalla trascrizione nel registro dello Stato Civile.

Al momento, sono possibili 3 opzioni per il rilascio del documento:
1. Presso lo sportello. Occorre presentarsi all’ufficio del Comune di nascita o di residenza del soggetto, con un documento valido di identità. Può essere richiesto anche da persona diversa dai genitori, purché in possesso di un documento di identità valido;
2. Attraverso richiesta on-line. È necessario compilare un certificato cumulativo, detto certificato contestuale. Quest’ultimo viene, appunto, utilizzato per attestare informazioni riguardanti nascita, residenza, stato di famiglia, cittadinanza e stato civile di un soggetto. Viene inviato via email in formato .pdf;
3. Tramite servizio di recapito a domicilio, con attesa di 2 o 3 giorni lavorativi.