Certificato di Morte

Che cos’e il Certificato di Morte?

In caso di decesso, è necessario richiedere al Comune il certificato di morte, un documento che attesta l’avvenuta morte di un individuo. Nel certificato di morte sono indicati: le generalità del defunto, il suo stato civile, il luogo e la data del decesso e l’atto di morte.

L’atto di morte è quel documento con cui, un ufficiale di Stato Civile, certifica che, in sua presenza, un soggetto ha presentato dichiarazione di morte del defunto, indicando: nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e cittadinanza del defunto, oltre che alle generalità del dichiarante. La dichiarazione di morte deve essere effettuata entro 24 ore dal decesso.

Ottenere il certificato di morte può essere necessario per diverse ragioni:
- per la successione;
- per aggiornare, modificare o concludere rapporti contrattuali (per esempio, contratti stipulati con i fornitori delle utenze domestiche);
- per informare l’INPS, al fine di interrompere l’erogazione della pensione;
- per richiedere il permesso di assenza dal lavoro.

Come e dove ottenere il certificato di morte?


Il certificato di morte può essere rilasciato solo se l’atto di morte e stato a sua volta registrato. Una volta individuato il Comune presso cui è presente l’atto di morte, il certificato può essere richiesto in qualsiasi Ufficio per le Relazioni con il Pubblico o, direttamente, all’Ufficio Anagrafe. Può farne richiesta chiunque abbia la necessità di dichiarare il decesso di una persona e conosca gli estremi anagrafici del defunto.

Per richiedere il certificato di morte è necessario compilare un apposito modulo, scaricabile sul sito istituzionale del Comune. Detto modulo deve essere presentato presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, presso l’ufficio di Stato Civile o presso l’Ufficio Anagrafe. Inoltre, è possibile richiedere il certificato:
- via fax, al numero indicato sul sito istituzionale del comune;
- via PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo indicato sul sito del Comune;
- via posta, all’indirizzo dell’Ufficio Anagrafe, dell’Ufficio di stato civile o della sede centrale del Comune;
- eventuali servizi online messi a disposizioni dal Comune.

In tutti casi occorre scaricare dal sito istituzionale del Comune l’apposito modulo, compilarlo, firmarlo e allegarlo, insieme ad una fotocopia del documento d'identità del richiedente. Il rilascio è gratuito e quasi sempre immediato, salvo alcuni casi specifici (per esempio, nel caso la morte sia avvenuta molto tempo fa e i dati non siano stati ancora di digitalizzati).

L’Ufficiale di Stato Civile è tenuto a rilasciare il certificato a chiunque ne faccia richiesta.