Comune Italia / certificati » Come ottenere il casellario giudiziario

IL CERTIFICATO DEL CASELLARIO GIUDIZIALE: A COSA SERVE E COME OTTENERLO

In determinati contesti (soprattutto lavorativi ma anche nella procedura di adozione e di richiesta di soggiorno), non è infrequente che venga richiesto a un soggetto la presentazione del certificato del casellario giudiziario. Tale pratica è diventata sempre più diffusa, quindi non ha un particolare significato in relazione alla fiducia del potenziale datore di lavoro o di chi richiede la presentazione del documento. Ricordiamo inoltre che si tratta di una richiesta del tutto lecita, per cui non si incorre in nessun tipo di conseguenza laddove venga inoltrata.

Prima di vedere nel dettaglio la procedura per ottenere tale atto, ricordiamo però che diversi sono i tipi di certificazione che potrebbero essere richiesti:



LA PROCEDURA E I COSTI PER OTTENERE IL CERTIFICATO

Per ottenere il rilascio del certificato del casellario giudiziario, la richiesta deve essere presentata dal soggetto interessato. Possono esserci deroghe a questa regola, nel caso di:


  • • soggetti con limitata capacità naturale e legale (minori e interdetti);

  • • persona detenuta;

  • • persona residente all’estero.

In questi casi (tranne nell’ultimo che vedremo tra poco) la richiesta va inoltrata rispettivamente dal soggetto che esercita la potestà, dal tutore e dal direttore dell’istituto penitenziario.

La richiesta può inoltrata sia recandosi presso la Procura della Repubblica che online.

Trattandosi di provvedimenti che hanno una copertura nazionale, ogni sede della Procura è competente per il rilascio del documento (per cui può anche chiedersi presso un comune diverso da quello di residenza).


Come ottenere il casellario giudiziario

Se si procede nella modalità tradizionale, occorre recarsi presso la Procura muniti

  • • Di un valido documento d’identità;

  • • Del modulo di richiesta compilato;

  • • Della marca da bollo;

  • • E dei diritti di certificato, salvo ipotesi specifiche come l’utilizzo nelle controversie di lavoro o per le pratiche di affidamento.

Quando la prenotazione invece avviene online occorre indicare la sede della Procura presso la quale si intende ritirare il documento, portando con sé – nel giorno stabilito tutta la documentazione appena indicata. Puoi cercare l'ufficio del casellario giudiziale locale più vicino online qui.

Il costo totale, laddove non vi sia l’esenzione, è di 3,92 euro per i diritti di certificazione e di 16 euro per la marca da bollo (ogni pagina richiede una marca da bollo separata). Se il certificato viene richiesto in giornata, viene addebitato un costo di 3,92 euro per la pratica d’urgenza.

La validità del certificato del casellario è di 6 mesi dal giorno del rilascio.


LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

In alcuni casi le parti possono accordarsi, magari in via temporanea, su un’autocertificazione sostitutiva del certificato dei carichi pendenti. Si tratta in buona sostanza di una dichiarazione scritta che attesta da parte del soggetto interessato la mancata conoscenza di procedimenti penali a suo carico. Ovviamente, tale dichiarazione deve essere veritiera altrimenti entrano il gioco le norme sulla falsità negli atti.


COME RICHIEDERE IL CERTIFICATO DEL CASELLARIO GIUDIZIARIO ALL’ESTERO

Se il cittadino italiano al quale viene richiesto il certificato del casellario risiede all’estero, occorre distinguere in base al Paese in cui si trova:


  • • Se tale Stato è all’interno dell’Unione europea e appartiene al sistema ECRIS, la richiesta va inoltrata presso l’autorità centrale dello Stato, il quale provvederà a rilasciare il certificato in relazione alle condanne emesse in tutti gli Stati dell’UE;

  • • Se lo Stato appartiene all’UE ma non ha adottato il sistema ECRIS (come la Grecia) o non è uno Stato europeo, la procedura è un po’ più complessa. La richiesta va infatti inoltrata in carta semplice presso una Procura in Italia (la scelta è libera tranne nel caso del certificato dei carichi pendenti, per cui è competente il Tribunale del circondario in cui risiede l’interessato) e deve contenere tutte le generalità dell’interessato, oltre all’indirizzo a cui deve essere spedito il certificato e il tipo di certificato richiesto.

Nella seconda ipotesi, il costo del certificato è lo stesso della procedura di rilascio in Italia. Occorre però aggiungere le spese per la spedizione, che variano da 1,15 a 3,10 euro.


Certificato del casellario giudiziario all'estero

Procedure amministrative in altri paesi: